Home Tags Stefania Limiti

Tag: Stefania Limiti

7 – Strage di Bologna: le impronte di Bellini sparirono

Arriva un flash di luce dal nuovo processo sulla strage di Bologna, appena ripreso dopo la pausa estiva: una novità che non sconvolge tanto...

La nuova destra è uguale alla vecchia

Cominciamo con una citazione da Adorno: “I movimenti fascisti sono le piaghe di una democrazia non ancora pienamente all’altezza del proprio concetto”. Le contraddizioni della nostra...

Polizia, quarant’anni dopo la smilitarizzazione

(Questo articolo è stato pubblicato il 2 aprile 2021) Fu davvero una rivoluzione quella legge che quaranta anni fa ha “smilitarizzato” la Polizia di...

Quel patto tra Polizia di Stato e Fiamme Gialle che fa...

(Questo articolo è stato pubblicato il 12 marzo 2021) Prima di salire alle alte sfere della sicurezza nazionale come consigliere delegato del presidente Mario...

L’annus horribilis dell’Arma

(Articolo pubblicato il 19 febbraio 2021) Dodici mesi di episodi gravi o imbarazzanti: cinque carabinieri arrestati a Napoli, marescialli in galera perché nascondevano refurtiva...

6 – Strage di Bologna. Parla l’ex moglie di Paolo Bellini,...

Era attesa, anzi attesissima ed è arrivata. La testimonianza dell’ex moglie dell’avanguardista Paolo Bellini, Maurizia Bonini, ha tenuto inchiodata l’aula del tribunale bolognese dove...

Gabrielli: il Viminale dovrebbe controllare tutti i corpi di polizia

Se le parole del prefetto Franco Gabrielli avessero un seguito, sarebbe una rivoluzione. Quindi non facciamoci illusioni, visti i tempi. Lo scorso 8 luglio, in...

Italia e Spagna, tentativo di pace in Medio Oriente

A trent’anni esatti dalla conferenza di pace di Madrid, volete che non si tenti di riproporre quelle stesse (fallite) ricette? Lì al tavolo sedevano Stati Uniti e Urss, erano loro a farla da padrone, ma il mondo del “socialismo reale” era in via di disfacimento, il vento era cambiato, gli equilibri della guerra fredda erano morti. Il risultato fu una conferenza di pace ridicola, anticamera degli accordi di Oslo che contenevano in sé il fallimento di ogni possibilità di pace. Arafat seguiva da Tunisi le riunioni mediante la cornetta di un telefono alzato da un suo collaboratore ammesso a Madrid. 

Era il 30 ottobre del 1991. Ora Italia e Spagna provano a percorrere di nuovo le stanche orme della pace. È un tentativo di resuscitare l’Unione europea nel quadro del Mediterraneo, dove fino a ora abbiamo assistito alle scorribande del Pentagono che vince in Iraq, perde in Siria, vorrebbe riscrivere i confini in Libia, dove vince e poi perde; e poi all’arrivo dei turchi e dei russi, e così via, con sempre dietro l’angolo il nemico numero uno, l’Iran: qualche giorno fa gli Stati Uniti hanno ucciso almeno quattro persone lungo il confine iracheno, colpendo postazioni iraniane, inviando un messaggio molto chiaro, “vi colpiremo ovunque siate”.

5 – Strage di Bologna. Le “squadrette” di Umbertino D’Amato

Siamo alla diciannovesima udienza, tutte interessanti, ma colpisce la deposizione del 14 maggio scorso quando si è seduto sulla sedia dei testimoni un uomo...

Forestali. Le parole del costituzionalista Volpi

Vi abbiamo già parlato su “terzogiornale” della falsa riforma dei Forestali che, nel 2016, azzerò un corpo prezioso per la salvaguardia dei nostri territori...