Il nome del partito

Nel mediocre dibattito precongressuale del Partito democratico spicca la proposta di aggiungere al suo già anodino nome quello, piuttosto anodino a sua volta, di “del lavoro”. È un po’ la questione che si pose nel momento della (peraltro tardiva) rottura con Renzi: il “movimento democratico e progressista” di Bersani e Speranza prese il nome di Articolo uno, proprio in riferimento a quella centralità del lavoro su cui sarebbe “fondata” la Repubblica italiana. Peccato che quella dizione fosse, già ai suoi tempi, una formula di compromesso proposta da Fanfani, e accettata alla fine anche dalle sinistre che nella Costituente avevano proposto un’altra espressione, molto più netta e decisa: “L’Italia è una Repubblica di lavoratori”.

La differenza non è di poco conto. Se si parla di lavoro in generale, infatti, ci possono stare dentro anche i capitalisti, gli oppressori di ogni genere, i capimafia e i loro tirapiedi – tutti svolgono un “lavoro”. Altra cosa, e soprattutto nel 1947, era il riferimento ai “lavoratori”, o al “popolo lavoratore”, che costituiva l’asse portante dei partiti di classe. Ovvio che per l’interclassismo democristiano si dovesse cercare un escamotage in grado di accontentare un po’ tutti. E così andò. Se però quello che già allora si era profilato come un compromesso, viene oggi rilanciato come una grande trovata, beh, ciò vuol dire che si è messi proprio male. I partiti del lavoro o laburisti, del resto, hanno tradizionalmente fatto parte dell’ala destra del movimento operaio, collegata in modo stretto a un rivendicazionismo puramente sindacale. Non è un caso che nemmeno Filippo Turati (riformista, sì, ma non “di destra”) abbia mai preso in considerazione la proposta di Rinaldo Rigola, segretario della Confederazione generale del lavoro, che – di destra in destra – fece una brutta fine diventando un collaboratore del corporativismo fascista.

I boschi sono in espansione, la commissione Agricoltura pensa a monetizzarli

Abbiamo tanti boschi, non sarà il caso di metterli a frutto? È la sconcertante domanda che in piena e drammatica crisi climatica e ambientale si è posta la commissione Agricoltura della Camera dei deputati. Lo scorso 18 gennaio, l’organismo parlamentare guidato dal leghista Mirco Carloni ha convocato in audizione Nazareno Palmieri, generale di divisione, comandante del Comando carabinieri Tutela forestale e Parchi nazionali. “Generale come possiamo sfruttare a fini produttivi i nostri boschi?”: questa la semplice domanda che gli è stata posta. Oltre l’economicismo più banale, siamo nel campo predatorio. Ma il generale ha dato risposte articolate, interessanti. Intanto i...

Il giorno di una memoria a metà

Il 27 gennaio si ricorda la barbarie, la disumanità, il progetto di sterminare gli ebrei di Europa. Questa è la memoria. In questo giorno, tuttavia, non si fa mai la storia del ventennio nazifascista e di ciò che lo precedette. Non si dice perché ciò accadde, non si esaminano le cause politiche, sociali, culturali. Fascismo e nazismo non vengono scandagliati nella loro genesi; e non si dice che in Italia e in Germania, come in tante altre parti di Europa, ebbero un consenso di massa, riuscirono a mobilitare milioni di persone anche tramite l’odio per gli ebrei e l’idea...

La brutta storia dei carri armati

C’è qualcosa che non torna, o almeno che non è stato chiarito in questa storia dei carri armati all’Ucraina. Da giorni si parla di una imminente offensiva russa, prevista per la primavera, e allo stesso tempo dei preparativi di una controffensiva ucraina per riconquistare i territori – tutti i territori (inclusa la Crimea) – occupati dai russi. Ma apprendiamo, ora che gli Stati Uniti hanno deciso di inviare i loro potentissimi tank Abrams, che questo non potrà avvenire per molti mesi, fino a “tarda primavera” (giugno o più tardi), perché i tank non verranno presi tra quelli in dotazione...

Ultimi editoriali

Ultimi articoli

Ultime opinioni

Ultime analisi

Ultime recensioni

Ultime interviste

Le conversazioni di Michele Mezza

Presentazione

Per Aldo Garzia

Gli articoli