Home Tags Venezuela

Tag: Venezuela

Chi è Gustavo Petro, primo presidente di sinistra in Colombia

Il neoeletto presidente della Colombia, Gustavo Petro, 62 anni, ex sindaco di Bogotà, senatore da due legislature, è una novità per l’intera America latina....

A Los Angeles, un vertice senza infamia e senza lode

Si è concluso com’era prevedibile, il nono vertice dell’Organizzazione degli Stati americani, ospitato nella sterminata metropoli californiana: con qualche accordo ben delimitato e molte,...

Biden, l’America latina e le migrazioni

L’irresolutezza del presidente degli Stati Uniti su questioni epocali, quali l’immigrazione e i rapporti con governi non affini – quello di Cuba in primis...

Distensione tra Biden e Maduro

Sapevamo già che il rispetto dei diritti umani e la lotta alle dittature, vere o presunte che siano, sono un pretesto per fare i...

In Venezuela vince Maduro

Il Venezuela sta uscendo dal tunnel della povertà e della violenza? Difficile dare una risposta a una domanda così impegnativa. Ma la partecipazione dell’opposizione...

Dopo la ritirata da Kabul, si tratta su Caracas

La fuga da Kabul è l’esempio più lampante della crisi egemonica e militare dell’Impero statunitense. Ma ci sono altre aree del mondo in cui lo stesso Impero non viene a capo di problemi di lunga durata. È il caso del Venezuela, dove neppure l’amministrazione Trump è riuscita a buttare giù dalla torre il presidente Nicolás Maduro con ciò che resta del chavismo. Le ultime notizie raccontano dell’avvio di una trattativa sul futuro di Caracas: a Città del Messico, con la mediazione per merito diplomatico del presidente messicano Andrés Manuel López Obrador e di Marcelo Ebrard, ministro degli Esteri, oltre che della Norvegia. Si sta negoziando, dalla metà di agosto, fra governo e opposizione venezuelani. Dietro le quinte c’è il ruolo svolto dal Vaticano, in particolare dallo stesso Bergoglio molto sensibile alle questioni latinoamericane.

Un primo risultato del negoziato è l’accordo per la partecipazione di gran parte dell’opposizione alle elezioni amministrative del 21 novembre. Cosa ha reso possibile questo inaspettato obiettivo? Maduro e il suo governo sono tornati a dialogare con l’opposizione di Piattaforma unitaria di Henrique Capriles (più dialoguero e popolare di altri oppositori), Leopoldo López e il presidente pro forma Juan Guaidó, nominato presidente alternativo nel 2019 su indicazione statunitense (l’Unione europea ha smesso da oltre un anno di riconoscerlo come presidente legittimo, errore – bisogna ammetterlo – che l’Italia non ha commesso per merito dei 5 Stelle).

La svolta a destra dell’Ecuador

Il presidente uscente della Repubblica dell’Ecuador, Lenin Moreno, a pochi giorni dal secondo turno elettorale, ha dichiarato di “lasciare la casa in ordine”; si...

L’Osservatore Romano e Bergoglio scelgono Biden

Per molti anni in tutto il mondo L’Osservatore Romano più che letto veniva passato ai raggi X, alla ricerca del verbo o dell’aggettivo che...