Home Tags Cile

Tag: Cile

Pensioni, una chance per Boric

In Cile un sistema pensionistico, basato su un meccanismo di capitalizzazione, nel corso del tempo ha evidenziato innumerevoli carenze, che la stragrande maggioranza dei...

Il Cile tre anni dopo le proteste

Lo scorso 18 ottobre, ricorreva il terzo anniversario delle proteste sociali che hanno travolto il Cile. L’anniversario ha trovato il Paese nel pieno di...

Ikea, cosa combini in America latina?

Lo scorso agosto alla presenza di Jon Abrahamsson, Ceo di Inter Ikea Group e di altri dirigenti del colosso svedese, Ikea è sbarcata in...

La riscoperta dell’America

L’attualità internazionale di Cristoforo Colombo sta nella sua nuova sconfitta, dopo quella subita negli intrighi di corte a Madrid, oltre mezzo millennio addietro. I...

Il Cile a un mese dal referendum 

Una sconfitta inaspettata, dettata da questo errore di comunicazione o dal quell’intento troppo radicale. Il 4 settembre scorso, il Cile ha bocciato la proposta...

Cile, Svezia e tra qualche giorno l’Italia: una sinistra senza bussola

A Stoccolma, la più gloriosa tradizione socialdemocratica – peraltro rinnovata e modernizzata in questi ultimi anni di governo, con una robusta presenza di ceti innovativi – non sembra reggere all’avanzata della destra populista, dopo che a Santiago anche l’alleanza di un “populismo di sinistra”, reso vitale da una salda tradizione di militanza operaia, ha perso smalto con il referendum costituzionale (vedi qui).

I risultati italiani daranno un’altra versione di una sconfitta seriale: la sinistra sembra non riuscire più a parlare nel Ventunesimo secolo. La dinamica svedese appare proprio esplicita. Al di là della contabilità finale, che potrebbe vedere, sul filo di uno o due seggi, prevalere uno o l’altro degli schieramenti, il dato politico vede il centrosinistra, con la potente socialdemocrazia integrata dall’alleanza di due ali (una di sinistra più radicale e l’altra di centristi più moderati), in affanno rispetto all’offensiva sociale della destra. Più che una proposta, è un sentimento che mette in ombra le singole strategie programmatiche del governo socialdemocratico uscente, ossia l’insoddisfazione e la paura di vedere logorati i propri margini di benessere. Persino quando non ci sono.

Vince il “rechazo”, il Cile non è pronto

Erano le otto del mattino, a Santiago del Cile, e tutti sapevano che non sarebbe stata una domenica qualsiasi: le città erano in fermento,...

Cile e Brasile alle urne

Sono date significative, ormai vicinissime, segnate da precedenti storici clamorosi, e giunte adesso alla prova del fuoco. Il prossimo 4 settembre (lo stesso giorno...

Cile, a giorni il referendum sulla nuova Costituzione

Ci sono voluti mesi di manifestazioni, repressioni, tavole di confronto e un nuovo governo per far arrivare il Cile a concludere un percorso lungo...

L’America latina del cambiamento progressista

Dopo il crollo del Muro di Berlino, l’America latina ha vissuto un periodo di egemonia neoliberale. Cadute le feroci dittature caratterizzanti la sua storia...