Home Tags Tassa di successione

Tag: tassa di successione

I ricchi si confessano

In queste settimane si sono sviluppati polemiche e dibattiti sulla patrimoniale e sulla tassa di successione. Le tesi opposte sono note. Ma fare un’indagine...

Il risveglio di Enrico Letta

Nelle righe finali del suo articolo pubblicato su questo sito il 12 maggio scorso, Paolo Barbieri esortava il Pd a "mettere le vele a vento", considerando come Biden, negli Stati Uniti, si stia impegnando in una politica economica di spesa pubblica fortemente espansiva – ed esortava a farlo anche a costo di mettersi un po' in urto con il governo Draghi. Detto fatto, Letta sembra essersi scosso dal suo torpore (che, per quanto riguarda il Pd, durava già dalla fase terminale della segreteria di Zingaretti), e ha tirato fuori la grande mossa di uno straccio di proposta in materia di fisco: intervenire sulla tassa di successione – oggi in Italia ridicolmente bassa rispetto ad altri paesi europei – almeno per i patrimoni superiori a un milione di euro, con il fine di destinare le risorse ai giovani. Una cosuccia in fondo leggera leggera, a cui però Draghi ha risposto a stretto giro picche: "Non è questo il momento di prendere, da parte dello Stato, ma di dare". Una frase che gli avevamo già sentito dire, e che ci aveva già un po' colpito. Uno Stato, infatti (anche una comunità sovranazionale di Stati come quella europea), non può "dare" all'infinito e senza limiti, evitando di porsi il problema: da chi prendere? Sappiamo anche noi che, in economia, si parla di un effetto "moltiplicatore" della spesa pubblica. E questo va bene, nel senso di un "se dai cento, poi, per l'effetto di volano che così si produce, riprendi centodieci o centoventi o centotrenta"; e a quel punto le tasse le fai pagare sul sovrappiù che si è creato (parlando certo piuttosto alla buona).